giovedì 26 maggio 2016

Dal 26 maggio il Borgo Medievale illustra i suoi "Animali Fantastici" in un percorso gratuito

Molto gradevole l'idea del Borgo Medievale di allestire un percorso che illustri i molteplici aspetti delle rappresentazioni animali che, vuoi sotto forma di pitture, vuoi di manufatti di varia fattura, certamente pullulano nella ottocentesca struttura al Valentino. 
A partire dal 26 maggio sarà visibile la mostra "Un Borgo bestiale. Animali reali, fantastici, ritrovati", ad ingresso gratuito, allestita non solo nella Chiesa, ma anche nelle vie del Borgo e dentro la Rocca. Gli animali vengono riprodotti sulle ceramiche, sui tessuti e su oggetti decorativi in bronzo per la tavola imbandita, che per l’occasione saranno esposti al pubblico in un contesto diverso dalla Rocca. La maggior parte di tali rappresentazioni, che molto spesso più che rappresentare la vera essenza del medioevo si rifanno a quanto nell'Ottocento (ricordo che il Borgo è datato 1884) sapevano di quell'epoca oscura, sono da ricondursi ai cosiddetti Bestiari Medievali: un particolare genere letterario che
raccoglie brevi descrizioni di animali (reali e immaginari), accompagnate da spiegazioni moralizzanti e riferimenti tratti dalla Bibbia. Basti pensare al dente di narvalo custodito in Rocca, che veniva additato come fosse il corno del leggendario liocorno, oppure ai due soffitti lignei della casa di Alba e del castello di Pavone, ricchi di esemplari fantastici. Alcuni pannelli descrivono le caratteristiche reali di alcuni animali fantastici, che forse troppo inusuali non dovevano poi essere, visto che alcuni sono osservabili "dal vero" facendo un giro fuori Borgo, nel bellissimo parco del Valentino...

Altre informazioni:   www.borgomedievaletorino.it

Nessun commento:

Posta un commento